Il cielo astronomico di Aprile

Il cielo astronomico di Aprile

Aprile è un mese di grande rinnovamento in quanto segna il vero passaggio tra cielo invernale e cielo estivo. Orione e le altre splendide costellazioni invernali, che ci hanno accompagnato nei mesi di Gennaio, Febbraio e anche Marzo sono visibili ormai solo nelle prime ore della sera.

Vega dominerà il cielo nei prossimi mesi, insieme ad Arturo del Boote – le due stelle più luminose del cielo estivo, mentre Sirio aveva fatto da padrone nel cielo invernale.

Riconoscibili in cielo alcuni asterismi suggestivi quali il Triangolo di Primavera, formato dalle stelle Arturo, Spica e Denebola, e il triangolo isoscele formato da Vega, Stella Polare e Arturo.

Alla sinistra del Boote, troviamo una piccola costellazione a forma di diadema, nota come Corona Boreale, al cui centro spicca per luminosità la stella Alfecca, detta anche Gemma proprio per la sua posizione centrale che ne fa “il gioiello della corona”.

Povera di stelle splendenti ma estesa nel cielo è invece la costellazione di Ercole, situata tra la Lira e la Corona Boreale. Ercole è nota agli appassionati del cielo perché al suo interno è possibile individuare M13, un ammasso stellare meraviglioso di oltre 300000 stelle. È il più luminoso tra gli ammassi globulari del cielo boreale, al limite della visibilità a occhio nudo, pertanto risulta facilmente osservabile con piccoli strumenti.

Visibili in cielo inoltre le costellazioni zodiacali di Toro, Gemelli, Cancro, Leone, Vergine, Bilancia e Scorpione, e le costellazioni circumpolari di Orsa Maggiore, Cassiopea e Cefeo.

Fonte: scientificast.it

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.